Notizie

Firmato a Potenza il Protocollo tra l’Autorità di gestione del PON Legalità e la Regione Basilicata

06 Dicembre 2017


È stato firmato oggi, presso la Prefettura di Potenza, un Protocollo di Intesa per l’utilizzo integrato delle risorse del PON Legalità e della programmazione unitaria della Regione Basilicata.

Il Protocollo è stato sottoscritto dal Governatore della Regione Basilicata, Marcello Pittella e dal Vice Capo della Polizia - Autorità di Gestione del PON Legalità, Alessandra Guidi. Altri firmatari: l’Agenzia per la Coesione Territoriale, rappresentata dalla dott.ssa Sabrina Blasco, il Dipartimento per la Coesione Economica della Presidenza del Consiglio dei Ministri e l’Agenzia Nazionale per i beni confiscati e sequestrati.

Gli obiettivi strategici individuati dal Protocollo al fine di creare maggiori condizioni di sviluppo in Basilicata, sono:

  1. il rafforzamento delle condizioni di sicurezza nelle aree industriali nelle aree di Potenza, Melfi, Tito, Jesce;
  2. la valorizzazione dei beni confiscati o demaniali non utilizzati;
  3. l’inclusione sociale delle fasce di popolazione svantaggiate, con un’attenzione particolare ai migranti.

L’investimento è, complessivamente, pari a € 12.870.193,20, di cui € 9.530.193,20 del PON Legalità e € 3.340.000,00 della Regione Basilicata, a cui a breve, andranno ad aggiungersi ulteriori risorse pari a € 6.340.706,90, del PON Legalità per le esigenze dei migranti.

Presenti alla cerimonia, tra gli altri, il primo cittadino di Potenza, il vice sindaco di Matera, l’assessore alle attività produttive della Regione, sindaci ed amministratori locali, rappresentanti delle forze dell’ordine e del mondo delle imprese e dei lavoratori.

Il Prefetto di Potenza, Giovanna Cagliostro ha evidenziato il contributo positivo delle azioni previste dal Protocollo al raggiungimento degli obiettivi sui quali lavora ordinariamente la Prefettura insieme agli altri attori istituzionali. Analogamente il Prefetto di Matera ha ricordato come gli impegni sanciti dal protocollo possano concorrere a migliorare ulteriormente una situazione di contesto che già presenta dei buoni parametri di base. La collaborazione sinergica espressa attraverso il protocollo e fortemente promossa dall’Agenzia per la Coesione Territoriale è stata sottolineata anche dalla dott.ssa Blasco che ha riconosciuto il valore di “buona pratica” del protocollo, per la capacità espressa dal Ministero dell’Interno e dalla Regione Basilicata nel definire un uso integrato e complementare delle risorse comunitarie ed ordinarie che gestiscono.

Il Vice Capo delle Polizia - Autorità di gestione del PON Legalità, Alessandra Guidi ha a sua volta sottolineato l’importanza del Protocollo appena siglato, quale segno concreto, espresso attraverso una programmazione puntuale e con specifici appostamenti di risorse, della volontà di dare sempre maggiore forza all’azione delle istituzioni in segmenti come quello della costruzione della legalità, che richiede ampie sinergie.

Nelle sue conclusioni, il Governatore Pittella ha ricordato il lavoro che ha preceduto il protocollo ed ha voluto consegnare un messaggio sulla qualità dello Stato. “Tutti noi” ha dichiarato, “rappresentiamo lo Stato, ognuno nella propria funzione, ognuno nel proprio ruolo, condividendo sforzi a favore della comunità. Questo protocollo è un esempio di tale impegno”.


06 Dicembre 2017

torna all'inizio del contenuto